Programma Life per l’ambiente

Programma LIFE

LIFE è l’unico programma a livello europeo dedicato esclusivamente all’ambiente e al clima e, secondo la pianificazione prevista per il periodo 2021-27, è diventato il più ambizioso fra quelli presenti: €3,5 miliardi destinati alle attività ambientali e €1,9 miliardi all’azione climatica. Il programma rientra nell’insieme di misure del Green Deal proposto dalla Commissione europea.

Il principale obiettivo è contribuire alla transizione energetica ed alla creazione di un modello di economia circolare attraverso il finanziamento di imprese e autorità pubbliche.

L’ambiente e il clima sono minacciati dall’impatto delle attività umane. L’UE è fortemente impegnata nella salvaguardia dell’ambiente e nella lotta al cambiamento climatico. Il programma LIFE nasce per sostenere il raggiungimento degli obiettivi della legislazione e delle politiche dell’Unione in materia di ambiente, dai diversi punti di vista: natura, biodiversità, azione per il clima e transizione/efficienza energetica.

Fra le altre finalità previste, LIFE è volto inoltre a sostenere la transizione verso l’energia pulita e, di concerto con gli sforzi messo in atto da altri programmi, fornire all’EU un aiuto per raggiungere l’obiettivo della neutralità carbonica entro il 2050 per migliorare la qualità dell’ambiente e invertire la perdita di biodiversità.

Il bilancio è del 60% in più rispetto alla precedente programmazione, a conferma dell’importanza che la Commissione attribuisce al programma LIFE.

Finanziamento

0
Mld Totali
0 %
Fondo Perduto

Beneficiari

Università, enti di formazione, imprese, associazioni, ONG, organizzazioni attive nello sport, enti pubblici.

Ambiti

Ambiente, Natura, Economia circolare, Cambiamento climatico, Transizione ecologica.

Finanziabili

Progetti strategici di tutela della natura, piani d'azione o strategie per ambiente o clima, assistenza tecnica ai progetti finanziati, azioni di sostegno a transizione verso le energie rinnovabili e efficienza energetica.

A chi è rivolto

I beneficiari potenziali sono:

  1. i soggetti giuridici stabiliti in uno dei seguenti paesi o territori:
    – uno Stato membro o un paese o territorio d’oltremare a esso connesso;
    – un paese terzo associato al programma;
    – un altro paese terzo in virtù di specifici accordi;
  2. i soggetti giuridici costituiti a norma del diritto dell’Unione o le organizzazioni internazionali.

Organizzazioni come università, scuole, istituti di istruzione e formazione, centri di ricerca, imprese private, associazioni, enti pubblici, ONG e le realtà attive nel campo dell’istruzione, della formazione, della gioventù o dello sport hanno la possibilità di predisporre attività di sviluppo e networking che prevedano, tra l’altro, il miglioramento strategico delle qualifiche professionali del loro personale e network di proficua collaborazione transnazionale.

Struttura del Programma

Nonostante i 33 “topics” di cui è composto il programma, Life 2021-27 si articola sostanzialmente in due Settori e quattro diversi Sottoprogrammi.

il Settore “Ambiente”, che include:

il Settore “Azione per il clima”, che include:

Azioni e Progetti

progetti di LIFE possono essere ricondotti ai seguenti obiettivi:

  • Sviluppare e promuovere tecniche e approcci innovativi e la diffusione conoscenze e buone pratiche, anche attraverso il sostegno della rete Natura 2000;
  • Migliorare la governance a tutti i livelli, in particolare migliorando le capacità degli attori pubblici e privati e il coinvolgimento della società civile;
  • Catalizzare la diffusione su larga scala di soluzioni tecniche e politiche di successo, integrando quanto realizzato da altre politiche e nelle pratiche del settore pubblico e privato, mobilitando investimenti e migliorando l’accesso ai finanziamenti.

A seconda del livello di intervento, i progetti oggetto di sovvenzione si dividono secondo le seguenti tipologie di azione:

  • Progetti di carattere strategico: supportano il raggiungimento degli obiettivi dell’Unione in termini di natura e biodiversità mediante l’attuazione di programmi d’azione coerenti tra Stati membri, al fine di integrare questi obiettivi e priorità in altre politiche e strumenti di finanziamento;
  • Progetti strategici integrati: attuano, su scala regionale, interregionale, nazionale o transnazionale, strategie e piani d’azione ambientali e climatici elaborati dalle autorità degli Stati membri e richiesti da specifiche normative o politiche dell’Unione in materia di ambiente, clima o energia;
  • Progetti per azioni standard: perseguono gli obiettivi specifici del programma LIFE;
  • Progetti di rafforzamento delle capacità a sostegno di efficienza energetica e energie rinnovabili;
  • Progetti di assistenza tecnica: sostengono lo sviluppo della capacità di partecipazione a progetti di azione standard, la preparazione di progetti strategici di tutela della natura e di progetti strategici integrati, ecc.;
  • Azioni di coordinamento e sostegno come valutazione e monitoraggio di politiche, studi, attività di informazione e comunicazione, premi, ecc.

I tassi di cofinanziamento massimi per i progetti strategici della natura, i progetti strategici integrati, i progetti di azione standard ed i progetti di assistenza tecnica saranno pari al 60% dei costi totali ammissibili e al 75% in caso di progetti finanziati nell’ambito del sottoprogramma “Natura e Biodiversità” riguardanti habitat prioritari o specie prioritarie (ai fini dell’attuazione della Direttiva 92/43/CEE) o specie di uccelli per le quali il finanziamento è considerato prioritario dal comitato per l’adeguamento al progresso tecnico e scientifico (art. 16 Direttiva 2009/147/CE), allorché necessario per conseguire l’obiettivo prefissato in materia di conservazione.

Il tasso di cofinanziamento delle sovvenzioni di funzionamento a favore di organizzazioni senza scopo di lucro è pari al 70% del totale dei costi ammissibili.

Per altre azioni, come i progetti che mirano ad abbattere le barriere di mercato per l’implementazione di tecnologie pulite, il finanziamento arriva fino al 95%.

I dettagli sono definiti all’interno del Programma di lavoro pluriennale dei primi quattro anni (2021-2024).

Novità della programmazione 2021-2027

Fermi restando i regolamenti, che sono molto simili a quelli del bando precedente, per la programmazione 2021-2027 la piattaforma di applicazione sarà unificata con quella del resto dei programmi europei: Funding & Tender Opportunities.

Transizione verso l’energia pulita” integra azioni per lo sviluppo di capacità a sostegno dell’efficienza energetica e delle energie rinnovabili precedentemente finanziate nell’ambito di Horizon 2020.

Il programma riprende e amplia il finanziamento dei progetti strategici integrati, avviato nel precedente periodo di programmazione. Viene inoltre assicurata una maggiore attenzione alla componente “Natura e Biodiversità” (che beneficerà anche di progetti strategici integrati specificamente dedicati). Le operazioni relative agli strumenti finanziari saranno supportate dal programma InvestEU.

Due tendenze sono rafforzate. Da un lato, l’importanza dei cosiddetti progetti close-to-market, con un chiaro focus sulla generazione di prodotti e servizi più sostenibili. Dall’altra, si rafforza anche la ricerca di progetti più globali, che coinvolgono più attori, in cui è sempre più importante includere agenti non tecnologici, la società e i cittadini.

Il nuovo programma LIFE sarà gestito da un’agenzia di recente istituzione, la CINEA (Agenzia Esecutiva per il Clima, le Infrastrutture e l’Ambiente) che seguirà anche altri programmi relativi all’ambiente, al clima e alle infrastrutture.

Come partecipare

È necessario presentare una proposta secondo il formulario e le regole stabilite dalla Commissione europea. Tutte le proposte devono essere presentate direttamente online attraverso il portale Funding & Tenders Portal o, per i bandi inviati tramite invito a presentare una proposta, attraverso il link fornito nella lettera d’invito.

Come per ogni programma il soggetto proponente dovrà dotarsi di un PIC code (Participant Identification Code) e accedere tramite EU Login. Le proposte saranno poi esaminate da esperti valutatori nominati dalla Commissione europea.

Approfondimenti

Per saperne di più consulta le varie Call of Proposal di LIFE.

Spesso, però, non è facile ottenere supporto dedicato dalle fonti ufficiali.
Pertanto, per aggiornamenti su questo o su altri incentivi o per essere seguito nell’elaborazione e presentazione del progetto, contatta quando vuoi EuroFondi – Sportello Fondi Europei e Microcredito.

Lascia un commento