Bando Nuovo SelfiEmployment

L’obiettivo di SELFIEmployment è quello di incentivare piccole iniziative imprenditoriali promosse da giovani NEET (Neither in Education, Employment or Training) che indica la popolazione di età compresa tra i 15 e i 29 anni che non è  né occupata lavorativamente, né inserita in un percorso di istruzione, né di formazione.

Nella nuova versione della misura, Nuovo SELFIEmployment, operativa da Febbraio 2021 si è estesa la platea dei beneficiari a donne inattive e disoccupati di lungo periodo e offerte condizioni di finanziamenti più vantaggiose.

La gestione dei finanziamenti e del monitoraggio è affidata all’Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo di impresa SpA, in una parola: Invitalia, sotto la supervisione di ANPAL (Agenzia Nazionale Politiche Attive del Lavoro)

Finanziamento

0 %
Copertura
0 %
Fondo Perduto
0 %
Tasso Zero
0 k
€ Max Importo

Territorio

Tutta Italia

Beneficiari

Giovani NEET under 30 e Donne

Attività

Settori manifatturiero, servizi, franchising, commercio e turismo.

Finanziabili

Opere murarie, impianti e attrezzature, hardware e software, spese di gestione.

A chi è rivolto

Per poter accedere al finanziamento bisogna essere residenti nel territorio nazionale e appartenere a una delle seguenti categorie:

  • NEET, maggiorenni che al momento della presentazione della domanda:
    • sono iscritti al programma Garanzia Giovani entro il 29esimo anno di età
    • non sono impegnati in altre attività lavorative e in percorsi di studio o di formazione professionale
  • donne inattive maggiorenni che al momento della presentazione della domanda non risultano essere occupate in altre attività lavorative
  • disoccupati di lunga durata, maggiorenni che al momento della presentazione della domanda:
    • non risultano essere occupati in altre attività lavorative
    • hanno presentato da almeno 12 mesi una dichiarazione di disponibilità al lavoro (DID)

Agevolazione

L’intervento finanzia il 100% dell’investimento con un importo compreso tra 5.000 e 50.000 euro, con un prestito a tasso zero.

Tre diverse tipologie di finanziamenti che si differenziano nelle modalità di erogazione:

  • microcredito, da 5.000 a 25.000 euro IVA esclusa, con erogazione in un’unica soluzione, entro 60gg dal completamento degli investimenti;
  • microcredito esteso, da 25.001 a 35.000 euro IVA esclusa, acconto di €25.000 e saldo entro 60gg dal completamento degli investimenti;
  • piccoli prestiti, da 35.001 a 50.000 euro IVA esclusa, stato d’avanzamento fino al 70% entro 3 mesi e erogazione del saldo entro 60gg dal completamento degli investimenti.

Trattasi di finanziamenti agevolati senza interessi, senza garanzie, rimborsabili in 7 anni con rate mensili che partono dopo dodici mesi dall’erogazione del prestito.

Attività ammesse

Sono finanziabili le iniziative di produzione di beni, fornitura di servizi e commercio, anche in forma di franchising, tra cui:

  • turismo (alloggio, ristorazione, servizi) e servizi culturali e ricreativi
  • servizi alla persona
  • servizi per l’ambiente
  • servizi ICT (servizi multimediali, informazione e comunicazione)
  • risparmio energetico ed energie rinnovabili
  • servizi alle imprese
  • manifatturiere e artigiane
  • commercio al dettaglio e all’ingrosso
  • trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli, ad eccezione dei casi di cui all’articolo 1.1, lett. c), punti i) e ii) del Reg. UE n. 1407/2013;

Esclusi i settori della pesca e dell’acquacultura, della produzione primaria in agricoltura e, in generale, i settori esclusi dall’articolo 1 del Regolamento UE n. 1407/2013.

Costi Finanziabili

Piani di investimento tra 5.000 e 50.000 euro; nel dettaglio:

  • strumenti, attrezzature e macchinari
  • hardware e software
  • opere murarie (max 10% dell’investimento ammesso)
  • spese di gestione quali: locazione immobili e leasing; utenze; servizi informatici, comunicazione e promozione; premi assicurativi; materie prime, materiale di consumo, semilavorati e prodotti finiti; salari e stipendi.

La società, in qualsiasi forma, deve essere costituita entro 3 mesi dalla concessione del finanziamento, con tanto di sede operativa, e il programma di investimento deve necessariamente essere completato entro 18 mesi.

Presentazione Domande

Le istanze possono essere presentate sulla piattaforma web di Invitalia attraverso la propria identità digitale (SPID, CNS, CIE). È necessario disporre di una firma digitale e di unta PEC.

È possibile partecipare ad un colloquio conoscitivo in remoto con l’opportunità di ricevere punteggi validi ai fini della valutazione del progetto.

È necessario effettuare un incontro di pre-avvio con il tutor che seguirà il progetto.

Invitalia valuta le domande in ordine cronologico. È prevista anche una valutazione di merito che riguarda, tra l’altro, le competenze tecniche e gestionali dei proponenti e la sostenibilità economico-finanziaria del progetto.

L’esito viene comunicato entro 60gg dalla richiesta. 

Approfondimenti

Per saperne di più visita il sito ufficiale di Invitalia.

Spesso, però, non è facile ottenere supporto dedicato dalle fonti ufficiali.
Per cui, per aggiornamenti su questo o su altri incentivi o per essere seguito nell’istruzione della pratica, contatta quando vuoi EuroFondi – Sportello Fondi Europei e Microcredito.

Lascia un commento