Vuoi accedere ai Fondi Europei per finanziare il tuo progetto?

Ewoocoo al parlamento europeo

I programmi di finanziamento della Commissione Europea rappresentano sicuramente una enorme opportunità per gli enti nati per risolvere i bisogni sociali. Le varie call puntano a conseguire gli obiettivi e le priorità dell’UE. Nella nuova programmazione 2021-2027 le 6 priorità delle politiche europee vertono sui focus tematici di inclusione sociale, lotta alla povertà, integrazione, innovazione, sostenibilità, tutti ambiti propri del Terzo Settore.

Per il prossimo decennio vogliamo un’Unione sicura, prospera,
competitiva, sostenibile e socialmente responsabile.

Dichiarazione di Roma, 25 marzo 2017

Per la tua organizzazione, partecipare ad un bando europeo rappresenta non solo l’occasione per migliorare concretamente una condizione presente, ma anche una spinta alla propria crescita organica.

Purtroppo però per troppe non-profit italiane i finanziamenti europei costituiscono ancora una sorta di ideale irraggiungibile e, in sostanza, l’argomento rimane poco chiaro, nonostante il gran parlare.
Certo non aiutano l’eccessiva burocratizzazione e il linguaggio tecnico molto settoriale, quasi sempre in inglese.
Fatto sta che l’Italia non riesce a spendere tutti i contributi dedicati offerti dall’UE. Nella programmazione 2007-2013 il nostro Paese ha dovuto rinunciare al 66% dei fondi riservatigli.

Lo ripetiamo ancora, non basta una buona idea, per accedere a un fondo a gestione diretta UE il tuo progetto deve attenersi agli obiettivi generali del Programma di riferimento e delle politiche di coesione europee. La percentuale di fondo perduto è mediamente sempre superiore rispetto ad un bando regionale, ma il progetto che dovrai presentare deve rispettare alti standard qualitativi in modo da ricevere punteggi sufficienti dai valutatori della Commissione Europea.

Tutto questo non deve scoraggiarti: dotandoti delle giuste competenze puoi provarci!

Gli elementi di un Progetto Europeo

In tutti i bandi europei a gestione diretta è necessario considerare alcuni fattori comuni imprescindibili:

  • Transnazionalità
    I progetti devono avere respiro internazionale apportando un valore aggiunto europeo e poter essere replicabili in altre zone geografiche.
  • Innovazione
    I progetti devono prevedere un valore innovativo.
  • Tempistica
    L’obiettivo del progetto deve essere raggiunto entro i termini prestabiliti.
  • Budget
    I limiti di budget a disposizione devono essere rispettati categoricamente, anche nei dettagli delle spese.
  • Partner
    Organizzazioni diverse che concorrono insieme allo stesso progetto. E’ spesso una condizione richiesta dal bando imprescindibile ma è sempre un criterio di valutazione che fa la differenza.
  • Comunicazione
    E’ sempre richiesto un budget da dedicare alla comunicazione verso l’esterno e alla disseminazione dei risultati.

La figura dell’Europrogettista

Vien da sé che senza una formazione adeguata e esperienza in campo riuscire ad ottenere un finanziamento comunitario non è affatto semplice.

Il ruolo del progettista europeo è di trovare il bando più coerente con l’esigenze dell’organizzazione, predisporre la domanda di finanziamento e presentare il progetto. Oltre alla redazione del progetto in ogni particolare, anche Il monitoraggio diventa una funzione chiave.

Nel termine “Europrogettista” si racchiudono in realtà più figure professionali, che possono essere racchiuse in un unico soggetto nei progetti piccoli o essere ulteriormente ripartite in più persone in quelli più corposi: il progettista, il project coordinator, il project manager, l’addetto alla comunicazione.

Solo con una adeguata specializzazione riesci a districarti tra obiettivi, risorse, strumenti, strategie ottimizzando il rapporto mezzi/fini, costi/benefici senza stravolgere la visione di cambiamento che vuoi raggiungere.

L’esperienza e gli studi, del team di Ewoocoo e dei professionisti che ci collaborano, sono subito a tua disposizione se vuoi provare a partecipare ai Programmi Europei senza errori o perdite di tempo.


Lascia un commento